MALTEMPO, MARITATO: “ROMA NEL CAOS. MA MANUTENZIONE DOV’È?”

“Una città in ginocchio a causa del maltempo: strade allagate, metro in tilt, automobilisti con la macchina in panne. Una domenica bestiale dopo una mattinata di pioggia. E gran parte della colpa di tutto questo è purtroppo della sindaca Raggi e della giunta pentastellata, incastrate tra l’inadeguatezza istituzionale e l’incapacità manifesta di governare la Capitale d’Italia. È incredibile, infatti, che inn questa estate di siccità e sol leone, la prima cittadina a cinque stelle non sia stata in grado di concretizzare interventi di manutenzione ordinaria e mettere in campo una programmazione mirata e capace al fine di evitare giornate di panico come quella di ieri. Un vero disastro per la Raggi che adesso non può fare altro che dimettersi”. Lo dichiara, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

BAR_0069-e1490774361395-1200x800

Ostia: il penoso abbandono della “rotonda sul mare”

“Se questo fosse il biglietto da visita della Capitale la figuraccia sarebbe assicurata. Il primo impatto con il mare di Roma è inverecondo. Alla fine di via Cristoforo Colombo lo spettacolo che si presenta ai visitatori è avvilente, ed è così da tempo immemore”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che spiega: “La storica rotonda che si affaccia sul mare, al termine della più frequentata arteria di collegamento con la Capitale è in condizioni di pericolo e presenta rischi altissimi per tutti i cittadini che, incautamente, provano a introdursi dietro le transenne. Parapetto divelti, panchine vandalizzate, pavimento sconnesso. Chissà cosa ne pensa la candidata del M5s al X Municipio Giuliana Di Pillo, delegata della sindaca Raggi per il litorale a 40 mila euro e chissà cosa ne pensano i militanti che si sono sempre battuti per il libero accesso alla spiaggia. In realtà, piuttosto che rilanciare il territorio e il turismo sul ‘mare di Roma’, la prima cittadina ha relegato il X Municipio a triste e abbandonata periferia, immersa nel degrado, nella insicurezza e potenziale pericolo per cittadini e turisti”, chiosa Maritato.   Michel-Maritato-1

RIPARTE “DIRITTO DI CRONACA”, TRASMISSIONE DEL GRUPPO EDITORIALE MARITATO

Da lunedì 18 settembre ripartirà “Diritto di Cronaca”, nota e apprezzata trasmissione del gruppo editoriale Maritato. L’edizione 2017/2018 si appresta ad essere ricchissima di novità, con sempre maggior approfondimento dei temi politici, sociali, economici e di attualità della Capitale di Italia e dell’intero Paese. Come ormai consolidato nel tempo, inoltre, saranno presenti esponenti di grande caratura, esperti di settore e opinionisti di assoluto livello: andremo in onda dagli studi di radio Fregene, in diretta tutti i giorni a partire dalle ore 14. Potrete seguirci quotidianamente sul sito internet e sulla pagina facebook di Radio Fregene e sui canali on line di Radiosanremoweb. Siamo molto felici di ripartire con questo nuovo format innovativo e accattivante: per noi l’informazione è sempre in prima linea”. Così, in una nota, Michel Emi Maritato, presidente dell’associazione Assotutela ed editore della trasmissione “Diritto di Cronaca”

 MICHEL-SKY-e1491652416858

Assotutela: “Pubblicità sanitaria: in metro B sponsorizzati presunti corrotti”

“Il 7 settembre, giorno in cui si diffondevano le notizie sulla conclusione della seconda fase dell’inchiesta sulla presunta corruzione in sanità, abbiamo intercettato questa edificante pubblicità nei corridoi che conducono ai treni della metro B, in varie stazioni. Sul manifesto, si vede un bambino felice di sottoporsi a un checkup di base al prezzo di 29 euro, con inviti anche agli adulti a sottoporsi ad analisi a buon mercato. Peccato che la società sponsorizzata sia la “Life brain”, per cui l’imprenditore Mario Dionisi è finito in carcere la scorsa primavera, che si giovava dell’attività di lobbing esercitata dallo stesso imprenditore presso la Regione Lazio”. Lo dichiara Michel Emi Maritato (PRESIDENTE DI ASSOTUTELA) che continua: “Oltre allo sdegno per l’ennesimo caso di malaffare nella sanità, ci chiediamo come l’azienda di trasporto cittadina e l’amministrazione capitolina siano potute incorrere in questa clamorosa gaffe, considerato che presso Roma Capitale e in ogni società di tali dimensioni, dovrebbe esistere un comitato etico per la sorveglianza sugli annunci pubblicitari atto ad evitare tali svarioni. Purtroppo la sindaca non è in grado di controllare neanche tali aspetti e ciò desta meraviglia da parte di una amministrazione che invoca trasparenza e garantisce opacità nell’accesso agli atti amministrativi, promuove l’onestà e si lascia sfuggire cartelloni stratosferici a sostegno dei laboratori privati di una multinazionale austriaca che, in spregio alla sanità pubblica, vuole far man bassa della nostra offerta assistenziale”, chiosa Maritato.

 MICHEL-SKY-e1491652416858

Pigneto nella morsa dello spaccio e dell’alcol. “Arrivano le ronde”

Il Pigneto è uno dei luoghi simbolo della movida romana. Uno sviluppo partito una decina di anni fa e che riversa oggi lungo le strade del quartiere, localizzato in V Municipio, migliaia di giovani. In parallelo nella zona si è sviluppato un preoccupante giro di illegalità che ha sensibilmente minato la percezione di sicurezza delle famiglie: “Spaccio, droga e alcol. Queste le tre parole per descrivere come è cambiato il nostro quartiere – racconta l’esponente del comitato cittadino Assotutela V Municipio, Consuelo Sciarrone -. Un escalation di illegalità che deve finire”. Come? “Parallelamente a una opera di sensibilizzazione dei cittadini – continua la 35enne residente del Pigneto – siamo passati all’azione: ronde mattutine per controllare il quartiere, gruppi di gente per bene, che non usano violenza, per controllare e monitorare la sicurezza e la legalità della zona”. Perché, secondo la Sciarrone, laddove non arrivano le istituzioni, deve scendere in campo la collettività. A proposito, cosa si sente di dire il comitato Assotutela alla sindaca Raggi? “Che deve dimettersi, per il nostro quartiere sta facendo meno di zero”, chiosa secca la Sciarrone.

pigneto

VIA SALONE, PALOZZI-MARITATO(FI): “CAMPI ROM SEMPRE PIU’ TERRE DI ANARCHIA”

“Un altro episodio allarmante è avvenuto nella giornata di ieri all’interno del campo rom di via Salone. Nel corso delle verifiche e dei controlli del gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale – quello, per intenderci, che la prima cittadina Virginia Raggi voleva un tempo sopprimere – sono stati ritrovati, tra le altre cose, tre autoveicoli rubati. Questa vicenda conferma come gli insediamenti nomadi della Capitale – abusivi, tollerati o autorizzati che siano – siano vere e proprie terre di nessuno, dove a dominare sono microcriminalità e illegalità diffusa. Una realtà che deve essere affrontata e risolta immediatamente dalla silente giunta grillina”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente, Adriano Palozzi, e l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

Michel Emi Maritato-2

ROMA, 2 DISABILI A RISCHIO SFRATTO. LO STATO ABBANDONA SONIA

“Sonia è una donna forte, arcigna, una vera combattente. Lei e la sua famiglia – due genitori disabili ultraottantenni – sono stati abbandonati totalmente dalle istituzioni e oggi rischiano di essere cacciati di casa perché lo Stato Italiano non sa difendere i diritti dei propri cittadini, anzi li schiaccia per favorire banche e lobby di potere”. A raccontare questa triste storia, tutta romana, è il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato, che da tempo segue la delicata vicenda di Sonia Pesavento, a rischio sgombero, a rischio sfratto, a rischio di finire sotto un ponte. Insomma, a rischio tutto. Sonia poco più di dieci anni fa conduceva una vita tranquilla, serena, aveva un impiego e aveva quindi deciso di comprarsi una casa tutta sua, dove passare i suoi giorni e garantire un tetto ai suoi cari. Poi è arrivata la crisi finanziaria, la perdita del posto di lavoro e l’impossibilità di pagare il mutuo, stipulato con la banca. Di fronte a tutto questo Sonia non si è lasciata scoraggiare, si è rimboccata le maniche e ha deciso di prendere di petto la situazione. Non scappando ma rivolgendosi ripetutamente all’istituto bancario per la rinegoziazione del mutuo: “Più volte ho chiamato per chiedere un incontro, per trovare una soluzione al pagamento del mio debito ma niente: la banca prima è sparita, poi è ripiombata improvvisamente nelle nostre vite con un bell’atto di pignoramento del mio immobile”. Una vicenda controversa, complicata, che Sonia ha messo all’attenzione del Comune di Roma, dell’attuale V Municipio (Ex IV), del Governo e di altre istituzioni. Fino ai presidenti della Repubblica Napolitano e Mattarella: “In questa casa vivono 2 persone molto anziane (87-90) e invalide e tra pochissimo tempo saranno messi in mezzo a una strada per non parlare dell’umiliazione che subiranno, io purtroppo come figlia ho fatto tutto quello che era in mio potere per salvare la casa ove ci vivono da circa 50 anni ma senza riuscirci, ho chiesto aiuto a tutti ma purtroppo siamo stati completamente abbandonati soprattutto dalle istituzioni e dai politici stessi al quale ho anche  scritto di aiutarmi e che hanno mostrato completamente disinteresse per tutto questo solo quando hanno i riflettori puntati allora si riempiono la bocca di belle parole. Purtroppo i miei genitori hanno solo me a cui appoggiarsi per qualsiasi cosa ma ormai non posso fare più nulla per loro, non ho più idee per una soluzione, tranne quella di farli vivere in macchina con me perché in  Italia si pretendono solo doveri senza avere diritti… cosa dovrei fare?”. Questa l’accorata missiva inviata da Sonia. Che ogni giorno, ogni ora, ogni secondo, guardando negli occhi mamma e papa si chiede che fine abbia fatto lo stato italiano. Ad oggi la casa è sotto asta, la famiglia di Sonia sotto sfratto. Assotutela sta cercando di aiutare la sua famiglia: sono stati fatti esposti in tribunale e in procura contro l’azione della banca e denunce per usura bancaria. Ma a fine settembre le udienze che Sonia Pesavento affronterà sono per la messa all’asta della sua casa, 22 settembre, e per lo sfratto, il 29 settembre. E l’usura bancaria, vi chiederete? Udienza fissata per il 30 settembre… “Una cosa senza senso che rischia di sbattere per strada una donna coraggiosa e due genitori disabili che chiedono solo rispetto – dice Maritato -. Chiediamo alla sindaca Raggi di intervenire, bloccare lo sfratto. Qualunque cosa avverrà nel prossimo mese, non molleremo e faremo le barricate per garantire un tetto a Sonia e alla sua famiglia”.

tasse1

SANITA’, ASSOTUTELA: “GRAZIE AD ALESSIO. BUON LAVORO A POLIMENI”

“Joseph Polimeni è il nuovo Commissario del Policlinico Umberto Primo di Roma, andando a sostituire il direttore generale Domenico Alessio, al quale Assotutela intende rivolgere i più sinceri apprezzamenti per il lavoro svolto. Domenico Alessio, infatti, ha sempre con operato con esperienza e professionalità per il rilancio del grande ospedale capitolino, consegnando ai cittadini un nosocomio di eccellenza e con prestazioni sanitarie di grande qualità. Ringraziamo dunque l’ex direttore generale dell’Umberto I nella convinzione maturata che Joseph Polimeni saprà continuare sulla linea tracciata da Alessio e lavorerà con impegno e dedizione per il definitivo sviluppo di una delle aziende ospedaliere più importante e apprezzate d’Italia”. Così, in una nota, l’associazione Assotutela.Assotutela

 

Ospedale dei Castelli a rilento nonostante le passerelle

Michel-Maritato-1Per Zingaretti apertura imminente ma i lavori di sistemazione esterna dureranno un anno. Continue reading →

IUS SOLI, ASSOTUTELA: “DICIAMO SI PER ITALIA ACCOGLIENTE E CIVILE”

MICHEL-SKY-e1491652416858“Se l’Italia vuole essere un paese davvero all’avanguardia, accogliente, integrato e civile, non può che dire sì allo Ius Soli. A diversi mesi di distanza dall’approvazione alla Camera, infatti è davvero arrivato il tanto atteso momento dell’approvazione del provvedimento che riconosce la cittadinanza italiana ai bambini nati o che studiano sul nostro territorio. Continue reading →

Forlanini, il referendum on-line è una beffa

Una pseudo consultazione con risposte già preconfezionate sul sito della Regione Continue reading →

ROMA. “DALLE STELLE ALLE STALLE”, CITTADINI E ASSOCIAZIONI IN PIAZZA PER FESTEGGIARE “UN ANNO DI NULLA” DI GIUNTA RAGGI

IMG-20170616-WA0020Associazioni, comitati, categorie sociali, organizzazioni e rappresentanze cittadine scenderanno in Piazza del Campidoglio a Roma il prossimo giovedì 22 giugno, alle ore 17.30, per “festeggiare” il primo anno di amministrazione Raggi in Campidoglio e fare gli auguri alla sindaca pentastellata. Un esercito di cittadini, pronto a raccontare 365 giorni di governo a 5 Stelle e far sentire la propria voce contro le inefficienze amministrative e contro l’immobilismo istituzionale della giunta comunale di Virginia Raggi: dalla mobilità alle politiche sociali, dalla sicurezza alla vivibilità, dall’occupazione al futuro delle aziende partecipate, dall’integrazione all’urbanistica.

BUCHE, ASSOTUTELA BOCCIA MANUTENZIONE STRADALE DEL CAMPIDOGLIO

Michel Emi Maritato-2“La mobilità di una delle più grandi e belle metropoli europee è ormai un gioco al ribasso. Povera Roma. Prima l’abbassamento dei limiti di velocità sulle grandi arterie, come Aurelia, Cristoforo Colombo e Salaria – un provvedimento, quello dell’amministrazione Raggi, teso a mettere una pezza alle buche e al manto dissestato ma dietro cui si nasconderebbe la volontà politica di fare cassa sulla pelle degli automobilisti romani -, e adesso le dichiarazioni di Roma Servizi per la mobilità che sui social network annuncia il limite di velocità al 10 chilometri orari su via Nizza e via della Moschea.


Hit Counter provided by iphone 5