Carta del Candidato trasparente

copertina-Carta-del-candidato-trasparenteIo sottoscritto Michel Emi Maritato
Candidato per la lista AssoTutela
Al Comune di Roma
Sito Web www.michelemimaritato.it
Pagina Facebook https://www.facebook.com/michelemi.maritato/?fref=ts
Sottoscrivo al Carta del Candidato trasparente impegnandomi alla pubblicazione on line su
SITO/BLOG: http://www.michelemimaritato.it/
PAGINA FACEBOOK https://www.facebook.com/michelemi.maritato/?fref=ts Continue reading →

MICHEL EMI MARITATO SINDACO: PROGRAMMA POLITICO PER LA CITTA’ METROPOLITANA – ROMA CAPITALE-

12661748_1762836093950468_5362559156906881442_n
Fermo restando gli sforzi profusi a livello nazionale ed europeo per attenuare le conseguenze della crisi, continuano ad essere evidenti le ingiustizie ed i privilegi che danneggiano il Paese e fanno soffrire le persone, soprattutto i più deboli, i senza voce, senza parlare dei suicidi dei quali nessuno più parla. Continue reading →

Capodarco, Maritato(FI): “Silenzio Zingaretti e 1000 lavoratori a rischio”

regione lazio“Dopo le preoccupazioni espresse per le condizioni della Cooperativa Capodarco a seguito dei fatti registrati a partire dall’interdizione della società e dal commissariamento giudiziario, nessuna risposta è giunta da parte della Regione Lazio circa l’esclusione della Capodarco, decretata lo scorso 15 gennaio 2018 dalle gare per la gestione dei servizi Recup e Cup”. Ad affermarlo è l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato, che continua: “L’esclusione maturata per una irregolarità abbastanza ridicola del Durc (Documento unificato di regolarità Contributiva) di appena 3mila euro, registrata a settembre 2017, comporterebbe enormi problemi occupazionali  per oltre mille lavoratori della Capodarco impegnati nei servizi di call-center del numero verde regionale e per quelli dei servizi di sportello Cup (in verità già aggiudicati ad altre ditte sul finire dello scorso anno). Il motivo è quello già più volte denunciato della mancanza nelle gare in questione della clausola sociale di riassorbimento del personale che espone tutto il personale della Capodarco, nonostante le rassicurazioni sindacali, a dover rischiare la disoccupazione e/o comunque condizioni di reimpiego al ribasso con le ditte subentranti. Nel frattempo la Capodarco avrebbe comunicato che presto il problema del Durc irregolare verrebbe risolto, ma allora ci domandiamo come mai la Centrale Acquisti della Regione Lazio ha compiuto una scelta così avventata pubblicando sul Burl lo scorso 25 gennaio l’esclusione dalle gare della Capodarco, rischiando di provocare anche enormi danni di immagine alla stessa società”. Maritato, quindi, continua: “Su questa situazione assordante è anche il silenzio dei sindacati che continuano a far finta che il problema delle clausole sociali delle gare nelle quali è impegnata Capodarco non esiste”. Secondo Maritato dunque “Si potrebbe definire un vero percorso ad ostacoli che getta ancora di più nell’angoscia migliaia di lavoratori della Capodarco che vivono ormai da alcuni anni una situazione di incertezza e precarietà e che attendono da questa Amministrazione regionale dopo le vane promesse una risposta di certezze e non certo le chiacchiere del meno noto fratello del Commissario Montalbano. Nicola Zingaretti esca dal silenzio”, conclude l’esponente FI, Michel Maritato.

ATAC, “BUS IN FIAMME. EPISODIO ALLARMANTE”

atac-e1492610482625“Tiriamo davvero un bel sospiro di sollievo dopo la tragedia sfiorata quest’oggi in zona Prati, dove un mezzo Atac della linea 30 ha preso fuoco. Si tratta di un episodio preoccupante e non possiamo che ringraziare la prontezza dell’autista che, accortosi di quanto stava avvenendo, dopo aver fatto scendere tutti i passeggeri, con alcuni estintori ha provveduto a spegnere il fuoco. E’ l’ennesimo incendio che coinvolge un bus Atac. Auspichiamo che si possa avviare immediatamente una indagine, al fine di comprendere le cause dell’incendio”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

MULTISERVIZI, MARITATO(FI): “SOLIDARIETA’ A LAVORATORI. LA RAGGI SI SVEGLI”

roma-multiservizi-giunta-raggi“E’ sempre più preoccupante la situazione della Roma Multiservizi, che con i suoi 3mila lavoratori assicura una serie importante di servizi pubblici nella Capitale d’Italia. Ormai da qualche mese l’azienda vive una crisi allarmante che l’amministrazione grillina non riesce a risolvere, dimostrando una inefficienza amministrativa lampante. Esprimiamo la nostra solidarietà ai dipendenti della Multiservizi e sollecitiamo, al contempo, la sindaca Raggi a uscire dal torpore istituzionale, mettendo in atto una seria pianificazione che rilanci l’azienda capitolina”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.

CAPODARCO, MARITATO(FI): “FUORI DA CUP E RECUP. 1600 LAVORATORI SUL LASTRICO”

images-642x336“L’esclusione della Capodarco dalle gare regionali Cup e Recup rappresenta purtroppo la fine della della cooperativa sociale di inserimento lavorativo più grande d’Italia. Dopo le inchieste, le ingiuste interdizioni e commissariamenti possiamo dire che si è giunti quasi alla fine del percorso di liquidazione di una realtá che da oltre 40 anni ha aiutato e concretizzato l’inserimento lavorativo di migliaia di disabili e non. Le decisioni della Centrale Acquisti regionale, a fronte di una irregolarità del Durc di Capodarco di appena 3mila euro, bastano a decretare la fine della Capodarco  dopo anni di storia.  Ci sarebbe da chiedersi se questi “capaci” amministratori – a fronte di stipendi da capitani di industria, prolungati il Primo aprile oltre legem nel loro incarico – non avvertano un pò di vergogna dopo che, a quanto pare, si sarebbero dimenticati di pagare un importo cosi irrisorio, ma che di fatto ha tenuto la Capodarco fuori dal bando. Già si erano distinti per aver prima nominato un direttore generale rinviato a giudizio, poi avevano omesso di dichiarare condanne dell’ex presidente Bugli nelle gare d’appalto ed ora anche il Durc non pagato nei termini stabiliti dalla Legge. Chissà chi glielo va a dire ora a quei 1600 lavoratori della Capodarco che è tutto finito; che dovranno perdere la loro cooperativa a vantaggio di altre società; che non si sa nemmeno se saranno mai riassorbiti al lavoro nei passaggi essendo state escluse dalla Regione attuale le clausole sociali previste negli appalti di manodopera. Si può dire un vero capolavoro di macelleria sociale di cui qualcuno ci si augura sarà chiamato a rispondere”. Così in una nota l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

REGIONALI, MARITATO(FI): “LOMBARDI SIMBOLO DELLA CONTRADDIZIONE M5S”

m5s-simbolo-rotto“Roberta Lombardi è il simbolo della contraddizione del Movimento Cinque stelle: un movimento che predica demagogicamente trasparenza, rinnovamento, rispetto e invece, nella realtà, si mostra più vecchio della vecchia politica. La candidata grillina a presidente della Regione Lazio, come detto, è l’esempio di tutto questo: una candidata, la Lombardi, che dice parolacce mentre fa comizi elettorali, che litiga con i suoi compagni di schieramento, che si sente la prima della classe. Una candidata tutto fumo e niente arrosto che non ha preparazione e competenza per governare una regione difficile e complessa come il Lazio”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.

GIORNATA DELLA MEMORIA, MARITATO: “VICINANZA ALLA COMUNITA’ EBRAICA”

maritatonew“Oggi è un data assolutamente importante, dall’alto valore simbolico e sociale: la giornata della memoria in ricordo delle vittime dell’Olocausto. Come associazione che difende e tutela i diritti dei cittadini, senza distinzione di razza, sesso e religione, siamo partecipi a questa commemorazione di un tragico periodo della nostra storia. Un tragico periodo su cui riflettere affinchè non si ripeta mai più. Voglio rivolgere il mio fraterno abbraccio a Ruth Duraghello, presidente della comunità ebraica di Roma e Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma. Siamo e saremo sempre al vostro fianco”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela ed ex candidato a sindaco di Roma, Michel Emi Maritato.

 

CUP, MARITATO(FI): “CAPODARCO ESCLUSA DA GARA. PARADOSSALE”

capodarco“Dopo la notizia che l’ex presidente Bruno Bugli avrebbe omesso di dichiarare alcune condanne  nelle gare alle quali la cooperativa Capodarco aveva partecipato, ecco che arriva l’esclusione dalla gara regionale del Cup da parte della Regione Lazio “Direzione centrale acquisti”,  avvenuta con atti dirigenziali di Gestione Determinazione 15 gennaio 2018, n. G00381. In pratica, la Capodarco che aveva partecipato alla gara in questione arrivando in graduatoria 2 e 3 nei 4 lotti aggiudicati ad altre ditte viene esclusa dalla gara stessa e per questo motivo non può nemmeno ricorrere al Tar contro l’aggiudicazione contestata che l’ha vista perdente nei vari servizi Cup, svolti per Asl e Ospedali della Regione Lazio. Il motivo è quantomai paradossale! Infatti, viene da parte della Regione contestato la mancata regolarità contributiva per poche migliaia di euro alla Capodarco, il che allunga un’ulteriore ombra sulla capacità degli attuali amministratori di derivazione giudiziaria,  nel saper gestire la documentazione per la partecipazione alle gare. Allo stesso tempo, appare sbalorditiva la decisione della Regione che a fronte di una irregolarità per poche migliaia di euro sia pronta a escludere una società che versa all’Erario milioni di euro e che occupa migliaia di addetti di cui molti disabili”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

ROMA, ASSOTUTELA: “PONTE MAGLIANA A RISCHIO CROLLO? ISTITUZIONI VERIFICHINO”

pontemagliana“Negli ultimi tempi si parla con sempre maggiore insistenza della stabilità strutturale del ponte della Magliana, quotidianamente attraverso da numerosi cittadini. Ebbene, secondo professori ed esperti l’infrastruttura sarebbe a rischio crollo. Si tratta di una ipotesi assolutamente allarmante e che deve essere verificata con celerità ed efficacia da tutte le istituzioni preposte. E’, infatti, in ballo la sicurezza della comunità e, come associazione che tutela i diritti dei cittadini, faremo quanto in nostro potere per spingere gli enti preposti a porre in campo tutte le opportune indagini in merito alla stabilità sismica e strutturale del ponte della Magliana. Prevenire è meglio che curare”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

ROMA, ASSOTUTELA: “PIANO FREDDO NON EFFICACE. PRONTO ESPOSTO”

CAMPIDOGLIO“Continua a persistere in maniera allarmante una criticità a cui le istituzioni non sono mai riuscite a trovare ancora soluzione definitiva: la sicurezza dei clochard e dei poveri in pieno inverno e la realizzazione del “Piano Freddo” del Campidoglio. Una pianificazione che, allo stato attuale, risulta precaria e farraginosa. Sollecitiamo il Campidoglio a fare presto, a concretizzare un piano freddo efficiente ed efficace. Nella Capitale d’Italia, d’altronde, sono migliaia i senzatetto, un popolo di invisibili, dimenticati dalla società ma che quotidianamente cercano di sopravvivere in una vita che ha tolto loro tutto. Assotutela è vicina a questi uomini e donne sfortunate, e combatte per i loro diritti. Il Comune di Roma deve prendersi cura di queste fragilità. Notiamo che tutto questo ancora manca e, come realtà territoriale che tutela i cittadini, non possiamo che informare le istituzioni competenti di queste carenze. Nelle prossime ore, dunque, presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela Michel Emi Maritato.

ROMA, ASSOTUTELA: “EMERGENZA BUCHE. SINDACO INTERVENGA”

comune-roma-blocco-traffico-fascia-verde“Le strade di Roma sono sempre più una groviera. Nonostante gli sforzi e gli annunci dell’amministrazione comunale, infatti, continuano a giungerci numerose segnalazioni di buche lungo le arterie capitoline. Siamo preoccupati, in particolare, per la situazione infrastrutturale di via Alghero, nel popoloso quartiere di San Giovanni, dove la strada continua a essere transennata da quasi un mese in seguito a una grossa voragine che si è aperta in mezzo alla carreggiata, sulle strisce pedonali: una viabilità precaria che sta esasperando i cittadini e i negozianti della zona. Come associazione che tutela i diritti degli utenti, ci chiediamo come mai a distanza di così tanto tempo i lavori di messa in sicurezza di via Alghero non siano ancora conclusi e se sia intenzione dell’amministrazione della sindaca Raggi in maniera rapida e definitiva. Non si può più aspettare”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

ASSOTUTELA DENUNCIA GENE GNOCCHI: “OFFENDE I MORTI. INACCETTABILE”

GeneGnocchi“Reputiamo offensive e inaccettabili le dichiarazioni dello pseudo comico Gene Gnocchi, che durante la trasmissione televisiva “DiMartedì” ha osato paragonare il maiale femmina di Roma a Claretta Petacci. Una frase choc, grave e becera che questa associazione condanna fermamente perché non offende solo una donna, ma tutte le donne. Una frase, inoltre, inopportuna e fuori luogo perché si riferisce a una persona scomparsa. Gene Gnocchi si dimostra per quello che è: un “uomo” senza dignità, senza rispetto, che fa satira con cinismo e disprezzo. Episodi di questo genere fanno male alla nostra società: ma che esempio stiamo dando alle giovani generazioni? Stamattina depositeremo alla procura della Repubblica una apposita denuncia-querela contro il comico”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Maritato.

RIFIUTI, MARITATO(FI): “BASTA BALLETTI PD-M5S. CITTADINI STUFI”

romarifiuti“Sta assumendo contorni surreali, per non dire ridicoli, la querelle mediatica legata alla gestione rifiuti a Roma. Il Partito Democratico che se la prende con il Movimento Cinque Stelle, i grillini che polemizzano con i Dem, mandando in scena uno scaricabarile istituzionale insensato e dannoso. In questo contesto, non viene fuori una proposta utile ad uscire fuori dall’impasse e i cittadini sono sempre più stufi di vedere una Regione Lazio e un Comune di Roma che fanno campagna elettorale sulla loro pelle. Zingaretti e Raggi stanno dimostrando tutta la loro inefficienza amministrativa su un comparto chiave come quello ambientale. Una cosa inammissibile”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

M5S, MARITATO(FI): “TRIO STEFANO DIMOSTRA FALSO MORALISMO A 5 STELLE”

m5s-simbolo-rotto“E’ proprio vero che il Movimento Cinque Stelle è una grande famiglia, che vuole bene ai suoi esponenti e vuole coinvolgerli nelle scelte che contano. Tipo quelle sulle poltrone. La dimostrazione lampante è quando sta accadendo intorno al trio Stèfano. Abbiamo Enrico che è consigliere comunale di Roma e presidente della commissione Mobilità, sua moglie che è attuale assessore VII Municipio. E adesso sembra entrare nella scena politica anche il padre di Enrico, Stefano Stèfano che, come trapela dalla stampa, si candiderebbe alle “parlamentarie” del M5S a Roma. Tutto legittimo, per carità, ma M5s dimostra di essere una casta a trasparenza zero, dove contano più i legami di sangue che la meritocrazia. Veramente un bel falso moralismo a 5 stelle”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato


Hit Counter provided by iphone 5