Carta del Candidato trasparente

copertina-Carta-del-candidato-trasparenteIo sottoscritto Michel Emi Maritato
Candidato per la lista AssoTutela
Al Comune di Roma
Sito Web www.michelemimaritato.it
Pagina Facebook https://www.facebook.com/michelemi.maritato/?fref=ts
Sottoscrivo al Carta del Candidato trasparente impegnandomi alla pubblicazione on line su
SITO/BLOG: http://www.michelemimaritato.it/
PAGINA FACEBOOK https://www.facebook.com/michelemi.maritato/?fref=ts Continue reading →

MICHEL EMI MARITATO SINDACO: PROGRAMMA POLITICO PER LA CITTA’ METROPOLITANA – ROMA CAPITALE-

12661748_1762836093950468_5362559156906881442_n
Fermo restando gli sforzi profusi a livello nazionale ed europeo per attenuare le conseguenze della crisi, continuano ad essere evidenti le ingiustizie ed i privilegi che danneggiano il Paese e fanno soffrire le persone, soprattutto i più deboli, i senza voce, senza parlare dei suicidi dei quali nessuno più parla. Continue reading →

USURA, ASSOTUTELA: “SPESE ASSICURAZIONE MUTUO NO NEL CALCOLO DEL TASSO SOGLIA”

cropped-Michel-Emi-Maritato-Presidente-AssoTutela.jpg“Usura, le spese di assicurazione del mutuo non rientrano nel calcolo del tasso soglia. L’importante pronunciamento arriva dal tribunale di Taranto ed è dello scorso marzo. Numerose le novità che i cittadini devono sapere. Innanzitutto le spese derivanti dal contratto di assicurazione non rilevano al fine del calcolo dell’eventuale usurarietà del contratto di mutuo in quanto si traducono in una protezione del patrimonio del debitore che, in caso di verificazione dell’evento previsto nel contratto di assicurazione, non sarà assoggettato ad esecuzione forzata come disposto dall’articolo 2740 c.c.. Inoltre, l’interesse moratorio non può essere computato ai fini del calcolo del tasso usurario ex lege 108/1996, onde deve essere esclusa ogni ipotesi di nullità contrattuale ex articolo 1418 cc, potendo solo l’interesse moratorio essere oggetto di riduzione ai sensi dell’articolo 1384 cc quale penale pattuita per il solo ritardo nell’adempimento della obbligazione pecuniaria. Infine, l’articolo 644 del codice penale, ancorando la previsione incriminatrice al momento di costituzione del vincolo contrattuale (usura originaria), non può essere applicato alla cosiddetta usura sopravvenuta”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, tributarista e già presidente Ante (Associazione nazionale tecnici ed econometrici), Michel Emi Maritato.

SANITA’, ASSOTUTELA: “LODEVOLE INIZIATIVA DI PREVENZIONE A VILLA TIBERIA HOSPITAL”

villatiberiahospital“Quando la prevenzione e la cura del paziente sono la stella polare della nostra sanità. Succede al “Villa Tiberia Hospital”, autorevole presidio situato in via Emilio Praga, in zona Montesacro a Roma, dove la direzione amministrativa – guidata da Valeria Giannotta – ha ideato e organizzato una doppia iniziativa sanitaria, aperta alla comunità: lo screening cardiologico per adulti e bambini il 13 aprile, e lo screening urologico 19 aprile, svolte da equipe qualificate che si avvolgono di tecnologia di ultima generazione. Siamo di fronte a una iniziativa davvero lodevole e significativa, a cui la nostra Associazione, sempre in prima linea nella difesa del diritto alla Salute, ha aderito con estremo piacere. Una iniziativa, quella del Villa Tiberia Hospital, che rappresenta un esempio di sanità d’eccellenza, innovativa, che punta sulla prevenzione e sulla tutela del cittadino.  Un modello da seguire”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

 

RISCHIO IDROGEOLOGICO, “ROMA TERRITORIO FRAGILE”

Roma-e1459258008556“I numeri, snocciolati in queste ore dall’Ispra, testimoniamo la fragilità, la delicatezza del nostro territorio dal punto di vista idrogeologico. In particolare, va analizzata con molta attenzione la situazione della Capitale d’Italia, dove nell’ultimo anno è raddoppiata la quantità delle voragini stradali: dai 21 eventi registrati al 31 marzo dello scorso anno, siamo passati a 43 sprofondamenti nello stesso periodo di quest’anno. Inoltre, negli ultimi 8 anni, spiega il report dell’Ispra, il numero medio degli eventi nella Capitale è cresciuto in maniera esponenziale. Insomma, è chiaro che più passa il tempo e più viene messa a rischio la sicurezza del territorio e, quindi, dei cittadini che quotidianamente lo vivono. Per invertire il trend, a nostro giudizio, sono necessari prevenzione e interventi di mitigazione del rischio; le istituzioni devono uscire dal concetto di emergenza e istruire una seria programmazione, legata alla difesa del suolo”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Il mio “no” all’assurda proposta di legge sulla massoneria

massoneria“Sono fermamente contrario alla proposta di legge, annunciata in questi giorni dal senatore grillino Elio Lannutti, sul divieto di svolgere incarichi pubblici a chi è iscritto alla massoneria. Si tratta di un proposta antidemocratica, dittatoriale, evidentemente messa in giro sic et simpliciter per avere un po’ di pubblicità e un po’ di attenzione mediatica. Una proposta, quella di Elio Lannutti, peraltro discriminatoria, visto e considerato che punta a creare – di fatto – cittadini di Serie A e cittadini di Serie B. Infatti, sono dell’opinione che nella propria sfera privata ognuno sia libero di comportarsi come meglio crede, ovviamente nel rispetto delle leggi. E non mi pare proprio che la legge consideri la massoneria un reato. Dunque, consiglio al senatore pentastellato di pensare prima di dare fiato alle trombe, considerata soprattutto l’origine alquanto massonica del Movimento a cui appartiene e che lo ha eletto in Parlamento”. Lo afferma, in una nota, Michel Emi Maritato, uno dei massimi tributaristi, appartenente alle logiche massoniche.

TERREMOTO, “NON SOTTOVALUTARE MONITO GEOLOGI”

ORDINE-GEOLOGI-LAZIO-640x428“Invito tutte le istituzioni competenti a non sottovalutare il monito, lanciato quest’oggi dall’Ordine dei Geologi del Lazio sulle criticità e le emergenze legate alla ricostruzione post terremoto, che un anno e mezzo fa in Centro Italia e nel reatino, ha causato morti, feriti e danni, segnando nel profondo la quotidianità di migliaia di persone e l’economia di un territorio che oggi ha grande voglia di rialzarsi e ripartire. Ma che può riuscirci solo e soltanto se gli organismi preposti accelereranno nel percorso intrapreso: dalla completamento della consegna delle soluzioni abitative in emergenza alla rimozione delle macerie, dallo snellimento della macchina burocratica allo stanziamento di risorse per territori e popolazioni. Serve dialogo, condivisione di intenti e competenza amministrativa per restituire “normalità” alla comunità, colpita dal sisma”.  Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

COMUNE. TARI, UNA STORIA CHE FINISCE IN PROCURA”

maritatonew“Rimaniamo basiti e interdetti di fronte agli annunci trionfalistici della amministrazione Raggi, che negli scorsi giorni ha sbandierato la diminuzione della tariffa rifiuti per l’anno 2018 a Roma: decrementi, quelli della Tari, pari ad appena lo 0,93% per le utenze non domestiche, imprese ed esercizi commerciali e allo 0,73% per le utenze domestiche. Chiediamo, dunque, alla sindaca Raggi: cosa c’è da festeggiare, se la raccolta rifiuti continua a vivere di inefficienze e disservizi, in centro cittadino così come in periferia? Tante le segnalazioni arrivate alla nostra associazione, come tante sono le denunce di degrado e incuria in giro per la Capitale d’Italia. Alla luce di tutto questo, riteniamo che la Tari, non solo debba essere abbassata, ma “congelata” fin quando il Campidoglio e Ama non metteranno in atto una raccolta realmente efficiente ed efficace. Perché fino ad allora i cittadini pagano e continueranno a pagare illegittimamente un servizio assolutamente scadente, che non rispetta il contratto di servizio, su cui il Campidoglio invece dovrebbe vigilare. Per questa ragione, depositeremo un esposto alla Procura della Repubblica su questa annosa vicenda”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

TERMINI, “CONTESTO GRAVE. LAVORARE SU SICUREZZA”

Michel-Maritato-1“Apprendiamo da fonti stampa di un nuovo episodio di illegalità nell’area della stazione Termini: nelle scorse ore, un uomo, appena sceso dall’autobus a piazza dei Cinquecento, è stato rapinato da un gruppetto di ragazzi. Si tratta dell’ennesima cronaca di microcriminalità nelle zone del grande polo ferroviario romano, vero e proprio biglietto da visita della Capitale d’Italia. Ringraziando ancora una volta le forze dell’ordine per il costante e continuo operato di monitoraggio e vigilanza, sollecitiamo le istituzioni competenti a mettere i campo interventi seri e urgenti per la tutela dei cittadini e turisti, che quotidianamente transitano alla stazione Termini”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.

 

ROMA, PIANO NEVE INEFFICACE. CHIARIRE SU SPAZZANEVE LAST-MINUTE

neveneve“La Capitale d’Italia si imbianca e la città va completamente in tilt. Duole dirlo ma il Comune di Roma, governato dall’amministrazione Raggi, si è rivelata incapace di affrontare l’emergenza, mostrando tutte le lacune di un piano neve insufficiente e inefficace. Alberi caduti, strade sporche e ghiacciate, trasporto pubblico ad intermittenza: sono state ore difficili, preoccupanti, dove in alcuni casi si è palesata la carenza amministrativa del Campidoglio. Si guardi, ad esempio, la questione degli spazzaneve “last-minute”. Come riporta un autorevole quotidiano romano, quando si è compreso che la situazione neve sarebbe stata più complicata del previsto, Raggi e company avrebbero chiesto ad Ama di predisporre una ricerca di mercato per incrementare la flotta di mezzi spazzaneve e spargisale. Il risultato? Trenta mezzi noleggiati da una ditta per un ammontare complessivo di 900mila euro: non tutti, però, sarebbero arrivati nella Capitale in tempo e, tra i trenta mezzi, pare ve ne fossero di più adatti alle nevicate in un paese in alta montagna rispetto ai pochi centimetri caduti a Roma. Adesso più che mai è necessario che il sindaco Raggi faccia chiarezza su questa questione: non sarebbe stato meglio programmare un piano neve efficace e efficiente, che prevedesse l’utilizzo, e quindi, l’acquisto di appositi spazzaneve. Forse, non ci saremmo trovati in questo stato di emergenza e avremmo risparmiato qualche soldino?”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

MORO, “TARGA IMBRATTATA E’ OLTRAGGIO VERGOGNOSO”

aldomororicordo“La targa commemorativa di Aldo Moro in via Stresa 133 all’angolo con via Fani, a Roma, è stata imbrattata questa notte con la scritta “morte alle guardie” con due svastiche ai lati. Si tratta di un atto becero e vigliacco, perpetrato da qualche idiota che non conosce la parola rispetto e che auspichiamo possa essere assicurato presto alla giustizia. Siamo di fronte a un oltraggio vergognoso che condanniamo con assoluta fermezza”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Capodarco, Maritato(FI): “Silenzio Zingaretti e 1000 lavoratori a rischio”

regione lazio“Dopo le preoccupazioni espresse per le condizioni della Cooperativa Capodarco a seguito dei fatti registrati a partire dall’interdizione della società e dal commissariamento giudiziario, nessuna risposta è giunta da parte della Regione Lazio circa l’esclusione della Capodarco, decretata lo scorso 15 gennaio 2018 dalle gare per la gestione dei servizi Recup e Cup”. Ad affermarlo è l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato, che continua: “L’esclusione maturata per una irregolarità abbastanza ridicola del Durc (Documento unificato di regolarità Contributiva) di appena 3mila euro, registrata a settembre 2017, comporterebbe enormi problemi occupazionali  per oltre mille lavoratori della Capodarco impegnati nei servizi di call-center del numero verde regionale e per quelli dei servizi di sportello Cup (in verità già aggiudicati ad altre ditte sul finire dello scorso anno). Il motivo è quello già più volte denunciato della mancanza nelle gare in questione della clausola sociale di riassorbimento del personale che espone tutto il personale della Capodarco, nonostante le rassicurazioni sindacali, a dover rischiare la disoccupazione e/o comunque condizioni di reimpiego al ribasso con le ditte subentranti. Nel frattempo la Capodarco avrebbe comunicato che presto il problema del Durc irregolare verrebbe risolto, ma allora ci domandiamo come mai la Centrale Acquisti della Regione Lazio ha compiuto una scelta così avventata pubblicando sul Burl lo scorso 25 gennaio l’esclusione dalle gare della Capodarco, rischiando di provocare anche enormi danni di immagine alla stessa società”. Maritato, quindi, continua: “Su questa situazione assordante è anche il silenzio dei sindacati che continuano a far finta che il problema delle clausole sociali delle gare nelle quali è impegnata Capodarco non esiste”. Secondo Maritato dunque “Si potrebbe definire un vero percorso ad ostacoli che getta ancora di più nell’angoscia migliaia di lavoratori della Capodarco che vivono ormai da alcuni anni una situazione di incertezza e precarietà e che attendono da questa Amministrazione regionale dopo le vane promesse una risposta di certezze e non certo le chiacchiere del meno noto fratello del Commissario Montalbano. Nicola Zingaretti esca dal silenzio”, conclude l’esponente FI, Michel Maritato.

ATAC, “BUS IN FIAMME. EPISODIO ALLARMANTE”

atac-e1492610482625“Tiriamo davvero un bel sospiro di sollievo dopo la tragedia sfiorata quest’oggi in zona Prati, dove un mezzo Atac della linea 30 ha preso fuoco. Si tratta di un episodio preoccupante e non possiamo che ringraziare la prontezza dell’autista che, accortosi di quanto stava avvenendo, dopo aver fatto scendere tutti i passeggeri, con alcuni estintori ha provveduto a spegnere il fuoco. E’ l’ennesimo incendio che coinvolge un bus Atac. Auspichiamo che si possa avviare immediatamente una indagine, al fine di comprendere le cause dell’incendio”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

MULTISERVIZI, MARITATO(FI): “SOLIDARIETA’ A LAVORATORI. LA RAGGI SI SVEGLI”

roma-multiservizi-giunta-raggi“E’ sempre più preoccupante la situazione della Roma Multiservizi, che con i suoi 3mila lavoratori assicura una serie importante di servizi pubblici nella Capitale d’Italia. Ormai da qualche mese l’azienda vive una crisi allarmante che l’amministrazione grillina non riesce a risolvere, dimostrando una inefficienza amministrativa lampante. Esprimiamo la nostra solidarietà ai dipendenti della Multiservizi e sollecitiamo, al contempo, la sindaca Raggi a uscire dal torpore istituzionale, mettendo in atto una seria pianificazione che rilanci l’azienda capitolina”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.

CAPODARCO, MARITATO(FI): “FUORI DA CUP E RECUP. 1600 LAVORATORI SUL LASTRICO”

images-642x336“L’esclusione della Capodarco dalle gare regionali Cup e Recup rappresenta purtroppo la fine della della cooperativa sociale di inserimento lavorativo più grande d’Italia. Dopo le inchieste, le ingiuste interdizioni e commissariamenti possiamo dire che si è giunti quasi alla fine del percorso di liquidazione di una realtá che da oltre 40 anni ha aiutato e concretizzato l’inserimento lavorativo di migliaia di disabili e non. Le decisioni della Centrale Acquisti regionale, a fronte di una irregolarità del Durc di Capodarco di appena 3mila euro, bastano a decretare la fine della Capodarco  dopo anni di storia.  Ci sarebbe da chiedersi se questi “capaci” amministratori – a fronte di stipendi da capitani di industria, prolungati il Primo aprile oltre legem nel loro incarico – non avvertano un pò di vergogna dopo che, a quanto pare, si sarebbero dimenticati di pagare un importo cosi irrisorio, ma che di fatto ha tenuto la Capodarco fuori dal bando. Già si erano distinti per aver prima nominato un direttore generale rinviato a giudizio, poi avevano omesso di dichiarare condanne dell’ex presidente Bugli nelle gare d’appalto ed ora anche il Durc non pagato nei termini stabiliti dalla Legge. Chissà chi glielo va a dire ora a quei 1600 lavoratori della Capodarco che è tutto finito; che dovranno perdere la loro cooperativa a vantaggio di altre società; che non si sa nemmeno se saranno mai riassorbiti al lavoro nei passaggi essendo state escluse dalla Regione attuale le clausole sociali previste negli appalti di manodopera. Si può dire un vero capolavoro di macelleria sociale di cui qualcuno ci si augura sarà chiamato a rispondere”. Così in una nota l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.


Hit Counter provided by iphone 5